LASER TERAPIA (Soft Laser)

Il Laser è un’emissione di luce ad altissima potenza, le sue applicazioni dipendono dalla lunghezza d’onda della sorgente luminosa utilizzata . Nella Laserterapia la luce laser viene defocalizzata per sfruttarne essenzialmente il potente effetto antinfiammatorio ed antidolorifico.

L’importanza della luce nello sviluppo dei processi biologici è nota fin dall’antichità; i bagni di sole cui si sottoponevano gli egizi ne sono la prova più evidente. La possibilità di concentrare la luce e di sfruttarla in modo potenziato per scopi diversi, fu intuita agli inizi del secolo scorso grazie alle teorie di Albert Einstein e, dopo il II conflitto mondiale, applicata da fisici statunitensi e sovietici.

Il Laser (Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation) è uno strumento in grado di amplificare le onde luminose senza ricorrere a convertitori elettronici ed è attualmente il più avanzato tipo di sorgente luminosa a nostra disposizione

Il Laser accelera e favorisce il processo di cicatrizzazione, inibisce la presenza di superinfezioni microbiche ed ha un effetto di miglioramento della detersione della ferita.

Indicata per patologie infiammatorie acute e croniche dei tessuti molli quali contratture , stiramenti e strappi muscolari, distorsioni articolari, tendiniti, contusioni, borsiti, ematomi ; riabilitazione motoria articolare dopo la rimozione di apparecchi gessati o interventi chirurgici ortopedici.

lasertaerapia

NOTIZIE E CONSIGLI UTILI PER I PAZIENTI

  • Proporsi un atteggiamento mentale di fiducia o di tranquilla disponibilità nel vedere come reagisce il proprio corpo, senza anticipare conclusioni positive o negative. I risultati terapeutici molte volte sono immediati, altre volte possono ritardare alcuni giorni o settimane.

  • Prevedere la possibilità di comparsa - durante il ciclo di terapia - di temporanei peggioramenti (qualche volta lo stesso giorno del trattamento) o l'emergere di altri disturbi, prima nascosti dal problema principale : non sono da vedersi in senso negativo bensì proprio come indice di efficacia del trattamento!

  • Tener presente che può rispondere meno chi non accetta di ridurre il comportamento stressante durante la cura, chi si impone con impazienza in attesa dei risultati, chi ha preoccupazioni che lo assillano come i conflitti socio-ambientali, chi si lascia demotivare dalla cura prima dei tempi previsti per ottenere il risultato.

  • Arrivare alle sedute qualche minuto prima, non troppo stanchi né subito dopo un pasto abbondante, né dopo un prolungato digiuno.

  • Dopo ogni seduta riposare per circa 2 ore; si consiglia di ridurre il pasto successivo.

  • Gli aghi "usa e getta" garantiscono la massima sicurezza